SETTIMANA MONDIALE CONTRO IL GLAUCOMA

By: | Tags: , , | Comments: 0 | 16 Marzo, 2017

 

GLAUCOMA: IL KILLER DELLA VISTA
Occhio! Se non lo cerchi ti troverà lui

 

In occasione della settimana mondiale del glaucoma vogliamo affrontare insieme a voi questo argomento ancora oggi troppo sottovalutato.

Cos’è il glaucoma?
Per glaucoma si intende un gruppo di malattie oculari che causano un progressivo deterioramento del nervo ottico nel punto in cui questo lascia l’occhio per portare le informazioni visive al cervello.

Se non diagnosticato e trattato in tempo il glaucoma può portare alla cecità.

Il glaucoma è la seconda causa di cecità nel mondo.

Esistono diversi tipi di glaucoma: congenito, primario, secondario.
Il tipo di glaucoma più comune è il glaucoma ad angolo aperto o il glaucoma cronico, che inizia dopo i 40 anni, e la cui frequenza aumenta con l’aumentare dell’età. Il glaucoma cronico è caratterizzato da aumento della pressione oculare, pallore ed escavazione della testa del nervo ottico (papilla ottica), riduzione del campo visivo, riduzione del visus

GLAUCOMA 2

Il paziente glaucomatoso non ha modo di avvertirne la presenza: la vista può essere eccellente, mancano disturbi irritativi, l’occhio non è arrossato. Egli rischia di esserne informato solo quando la malattia è in uno stadio avanzato (inciampa nei gradini, sbatte contro ostacoli…).
Per questo motivo è fondamentale la diagnosi precoce.

GLAUCOMA 3

Progressione della perdita del campo visivo nel glaucoma, dall’inizio della malattia fino alle fasi finali

Come viene diagnosticato il glaucoma?

  • misurazione del tono oculare (pressione)
  • esame della papilla ottica
  • esame del campo visivo
  • tecniche di immagine (per papilla ottica e strato delle fibre nervose

Come si cura?
La terapia farmacologica (sotto forma di colliri), laser e chirurgia, abbassando il tono oculare a livelli di pressione target, sono in grado di bloccare la progressione del glaucoma verso la cecità. Ma attenzione: la funzione visiva, sia centrale che periferica, persa al momento della diagnosi è irrecuperabile.

Cosa devo fare?
Se hai più di 40 anni, se hai casi di glaucoma in famiglia, se hai patologie sistemiche quali ipertensione generale, malattie cardiovascolari, diabete, TIA (Attacco Ischemico Transitorio), apnea notturna, se ti hanno riscontrato un tono oculare maggiore di 21 mmHg, prenota una visita dal tuo medico oculista di fiducia!

glaucoma 5