INFLUENZA. Alert dei medici di famiglia: “VACCINATEVI”

By: | Tags: , , | Comments: 0 | 24 Ottobre, 2016

Quest’anno i dottori evidenziano come “lo sbarco in anticipo del virus e alcune sue mutazioni ne minacciano una sua più ampia diffusione anche nella fascia d’età 50-60 anni”. La dottoressa Maio (Fimmg): “Per questo è più che mai importante vaccinarsi al più presto“.

Cerchiamo di fare chiarezza. A far prevedere un’ondata influenzale più pesante del solito sono due fattori:

  1. il largo anticipo con il quale quest’anno, già a fine agosto, è stato isolato il virus. Fatto che ne prefigura una più ampia diffusione;
  2. le piccole mutazioni contenute nei virus A/Hong Kong e B/Brisbane, isolati dall’Istituto Superiore di Sanità, che predispongono ad una maggiore diffusione. Questo perchè nè i bambini, nè le persone a rischio che normalmente si vaccinano possiedono gli anticorpi che fungono da barriera alla malattia.

I sintomi sono più o meno i soliti: infezioni alle vie respiratorie, con tosse e mal di gola, febbre anche alta, mal di testa e dolori articolari. La passata stagione l’influenza ha fatto passare in media sei giorni a letto a chi ne è stato colpito. Ma l’Istituto Superiore di Sanità avverte: “Ogni anno si registra la morte di ottomila persone, soprattutto anziani, per le complicazioni come polmonite e broncopolmonite, insorte dopo aver contratto il virus“.

“Per questo – invita la dottoressa Maio – quest’anno è più che mai necessario vaccinarsi per tempo, soprattutto se si appartiene ad una categoria a rischio: ultrasessantacinquenni, diabetici, immunodepressi, cardiopatici, malati oncologici, donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza, solo per citare le più numerose”.